Napoli, tensioni in Villa Comunale, G.Borriello (NCS):”Chiederemo l’interrogazione parlamentare”

Napoli 21 febbraio 2016  –  “Noi con Salvini Napoli condanna fermamente la vile aggressione da parte di alcuni addetti del cantiere aperto per il restauro della Cassa Armonica di Enrico  Alvino nella  Villa Comunale napoletana a danno di comuni cittadini che hanno regolarmente richiesto di visionare, come da regolamento, lo stato dei lavori. Quanto denunciato dall’ avvocato Sapignoli e dagli architetti Pane e D’Albora rispecchia la prosopopea di un’Amministrazione che sta confinando i napoletani e i loro diritti allo status di spettatori delle dinamiche cittadine. Quanto accaduto ieri  è solo la punta dell’iceberg. Da Bagnoli, all’ex Asilo Filangieri.Cassa_Armonica_in_Villa_Comunale Dal lungomare, alla gestione della differenziata,  i partenopei non sono più i padroni della città. Noi con Salvini  domani chiederà ufficialmente l’interrogazione parlamentare. Occorre fare chiarezza su quali siano le dinamiche con le quali si effettuano le nomine dei sopraintendenti e di cosa sia accaduto con precisione in occasione dell’ispezione di ieri. Qualcuno nel cantiere, con fare minaccioso, ha finanche registrato quanto accaduto. Sono volate parole grosse ai danni di professionisti partenopei con rinomate conoscenze in materia di restauri e quindi accreditati ad  osservazioni ed eventuali critiche. Le offese e l’atteggiamento ostile hanno messo in serio pericolo l’incolumità dei partecipanti. Qualcuno si deve assumere le responsabilità di quanto accaduto”.

Così Giancarlo Borriello, portavoce di Noi con Salvini Napoli, in merito alle tensioni scaturite nel corso dell’ispezione per visionare lo stato dei lavori nel cantiere della villa Comunale napoletana.

Napoli, tensioni in Villa Comunale, G.Borriello (NCS):”Chiederemo l’interrogazione parlamentare”ultima modifica: 2016-02-21T16:00:38+01:00da giancarloborriello
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento